Navigation Menu+

Le scelte in tema culinario per un matrimonio

Pubblicato il Dic 14, 2019 da in Curiosità |

Quando si organizza un matrimonio, si sa, sono moltissimi gli aspetti da curare nei minimi dettagli per rendere unico e indimenticabile il grande giorno. I futuri sposi, solitamente, iniziano con grande anticipo la pianificazione e la programmazione di ogni singolo aspetto di quel fatidico giorno. Dalla chiesa ai fiori. Dalla location alla musica passando per il catering.

In questo articolo ci occuperemo delle principali scelte in tema culinario per un matrimonio.

Ristorante o catering?

Uno dei primi dubbi che si pone ai futuri sposi è quello legato alla scelta della location per il ricevimento nuziale. Se gli sposi sceglieranno un ristorante, le decisioni in tema culinario saranno inevitabilmente legate alla tipologia di piatti preparati dal locale prescelto.

Tutto dovrebbe essere, apparentemente, semplice e già stabilito. Sarà il bravo ristoratore a guidare i futuri sposi nella scelta di un menu, di terra o di mare, in grado di soddisfare i palati degli invitati più esigenti. E’ bene comunque che i futuri novelli sposi abbiano delle idee in merito alle scelte culinarie da esporre all’interlocutore per cercare di rendere il più possibile personalizzato il menu del banchetto nuziale.

Il discorso è, invece, diverso, nel caso in cui la scelta degli sposi ricada in una location che richiede l’intervento di un servizio di catering. E’ largamente diffuso l’utilizzo di ville o altre sedi che non hanno al loro interno un ristorante. In questo caso che, come abbiamo appena detto, non è assolutamente raro è possibile che sia lo staff della location stessa ad indicare un catering con il quale collaborano in maniera esclusiva.

In altri casi la scelta è rimandata liberamente ai futuri sposi che si troveranno a dover scegliere a chi affidare la preparazione del banchetto.
Non è facile orientarsi tra le svariate proposte offerte dal mercato. Dalle più economiche alle più costose è opportuno, in ogni caso, rispettare alcune semplici regole per non incorrere in delusioni.

Che tipo di menu scegliere

Fatta la premessa di cui sopra, concentriamoci ora sulle scelte in tema culinario. Queste, lo ripetiamo, sono estremamente soggettive e devono rispecchiare i gusti degli sposi. E’ bene precisare, tuttavia, che il giorno delle nozze sarà molto intenso per i novelli sposi che, il più delle volte, avranno pochissimo tempo a disposizione per mettersi a sedere e mangiare comodamente.

Tra invitati, fotografi e musica gli sposi difficilmente riusciranno ad assaporare le pietanze come si conviene. Ecco, quindi, che la scelta del menu e delle portate è importante anche per non sforare il budget predisposto. Già. Organizzare un matrimonio richiede, in primo luogo, la predisposizione di un budget ben preciso per ciascuna spesa.

E’ importante quindi lasciarsi consigliare da amici e parenti che già sono passati attraverso questa esperienza. E’ importante, altresì, documentarsi e cercare informazioni. In questo senso, oggi internet è di grande aiuto e permette di trovare informazioni di ogni tipo. Spesso, però, non sempre questo è sufficiente.

Chi pensa che il wedding planner sia una figura riservata esclusivamente ai matrimoni vip spesso sbaglia di grosso. Prevedere nel budget anche la spesa per un professionista capace di guidare gli sposi nelle principali scelte legate all’organizzazione del matrimonio si traduce spesso in un risparmio considerevole e nell’evitare spiacevoli sorprese.

Nel mercato ci sono aziende serie e professionisti capaci in grado di rispondere alle esigenze dei novelli sposi. Tra queste segnaliamo a Roma l’azienda Exclusivevent.it che opera in questo settore dal 1991.

Lo svolgimento del banchetto nuziale

A quasi tutti i futuri sposi che si apprestano ad organizzare il proprio matrimonio sarà capitato, in passato, di partecipare ad altri banchetti nuziali. Alcuni saranno stati di loro gradimento, altri meno. E’ bene, comunque, rilevare che la tendenza in materia tende ad uniformarsi. La gran parte dei banchetti nuziali si svolge in tre fasi.

Una prima fase, quella del buffet in piedi, è quella in cui, generalmente, gli sposi ricevono gli ospiti e il cibo viene servito dai camerieri. E’ il trionfo dei finger food, dei frittini, degli affettati e dei formaggi. Il tutto accompagnato da un calice di bollicine.

L’esperienza insegna che è in questo momento che l’ospite soddisfa maggiormente i desideri del palato e questo elemento è stato ben assimilato da quasi tutte le aziende che si occupano di catering le quali suggeriscono ai novelli sposi di non sottovalutare questo passaggio.

E’ anche il momento della convivialità, quello in cui è più facile scambiare due chiacchiere tra un finger food e l’altro. E’ poco, invece, il tempo che viene dedicato al pranzo seduti. Le portate sono ridotte e, generalmente, si sta seduti non più di un’ora. I futuri novelli sposi impareranno che la gestione dei tempi è fondamentale per la buona riuscita del ricevimento.

La terza, e ultima, fase è quella più scenografica. Il taglio della torta! Il momento che più facilmente resterà impresso nella mente degli ospiti. Spesso la torta nuziale è accompagnata da un buffet di dolci. Il consiglio che vi diamo è di scegliere la torta che più vi piace, sia esteticamente che come gusto. Buon divertimento!