Navigation Menu+

Dieta vegana: benefici e le controindicazioni

Pubblicato il Dic 17, 2019 da in Nutrizione |

La dieta vegana è, come ormai noto a molti, un regime alimentare che esclude tutti gli alimenti di origine animale, dalla carne al pesce fino ai suoi derivati, quali il latte, i formaggi e i latticini in generale, le uova e il miele. A prima vista, la scelta di un’alimentazione così restrittiva può apparire piuttosto rigida e difficile da seguire a lungo termine a causa delle poche materie prime alle quali poter attingere pasto dopo pasto; con i giusti accorgimenti e un pizzico di fantasia a tavola, invece, può diventare un’ottima occasione per provare un nuovo modo di nutrirsi, traendone addirittura giovamento per l’organismo.

Decidere di abbandonare un’alimentazione onnivora in favore di una vegana può essere essere una scelta con molti benefici, soprattutto se affrontata in maniera corretta: l’assenza di proteine animali e tutto ciò che ne concerne può essere utile soprattutto in casi di patologie pregresse come ipercolesterolemia e ipertensione; secondo alcuni studi scientifici, anche l’incidenza di tumori diminuirebbe sensibilmente durante il percorso vegan. Che venga adottata in tenera età o in età adulta, la dieta vegana più inoltre aiutare a combattere l’obesità, sempre più diffusa in ogni fascia d’età a causa del consumo di cibi ad alto contenuto di grassi, proprio come gli snack o il cosiddetto junk food.

Sebbene non vi siano delle controindicazioni vere e proprie, è importante che la dieta vegana che si decide di seguire sia sempre ben bilanciata: tranne alcuni casi particolari, come per donne incinte, bambini e persone con particolari patologie, che dovrebbero sempre confrontarsi con il proprio medico curante per elaborare un piano nutrizionale completo sempre rispettando i canoni dell’alimentazione vegan, per tutti gli altri basta ragionare con un po’ di buon senso per evitare di ridursi a un riduttivo piatto di ortaggi. Meglio dunque fare posto a ogni tipo di verdura, ai cereali che contengono vitamina B12, ai legumi ricchi di minerali e ferro e alla frutta secca; tofu e seitan, in più, possono rivelarsi delle ottime fonti di proteine oltre a essere dei validi alleati in cucina nelle più disparate preparazioni.

Diventare vegani è una scelta che comporta rinunce a cibi di cui un tempo forse andavi matto, la necessità di imparare tante ricette nuove, l’alta probabilità di uscire a cena e non sapere cosa ordinare, l’obbligo di tenere sempre monitorata la tua salute. Ma rappresenta anche l’opportunità di prestare un’attenzione particolare all’alimentazione, di imparare le proprietà dei vari cibi, di ampliare la conoscenza del tuo corpo, di condurre uno stile di vita più consapevole e attento. Ma vediamo insieme in cosa consiste, esattamente, la dieta vegana.